ANGELINO ALFANO
SCRIVIMI
CATEGORIA
20 marzo 2017
news
Ue: Alfano, “sia orientata verso crecita sociale e sicurezza”

New York, 20 mar. – Roma vuole una Europa orientata verso la crescita sociale da un lato e la sicurezza dall’altro.
“Abbiamo avuto una Europa molto economica e poco sociale.
Bisogna rilanciare la difesa comune europea”, ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, durante un incontro con la stampa alla Rappresentanza Permanente d’Italia all’Onu, a proposito delle celebrazioni per il sessantesimo anniversario dei trattati di Roma. “Era – ha aggiunto – il disegno di uno dei padri fondatori, Alcide De Gasperi. Se si fosse applicato allora quel disegno, l’Europa sarebbe piu’ sicura. La storia ora ci offre una seconda possibilita’. Non si puo’ rinunciare alla Nato, ma c’e’ un compito specificatamente europeo: ossia proiettarsi verso sud, cioe’ verso il nostro Mediterraneo, da dove arrivano minacce terroristiche e di guerre asimmetriche.
Non possiamo affidarci sempre e solo alla Nato, dobbiamo essere protagonisti della nostra sicurezza, attraverso un sistema comune di difesa”.
Il capo della Farnesina, prima del colloquio con i giornalisti, aveva incontrato alcune associazione ebraiche statunitensi. Arrivato ieri sera a New York, Alfano aveva partecipato all’evento di chiusura di “Change the World Model UN 2017”, una tre giorni al Palazzo di Vetro, in cui due mila ragazzi hanno simulato le commissioni di lavoro delle Nazioni Unite. Oggi, dopo un un pranzo di lavoro con alti funzionari italiani in servizio all’Onu, il ministro incontrera’ alle 21 italiane il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres. In serata poi il ministro degli esteri si rechera’ a Washington Dc per partecipare domani mattina all’evento “Facing Common Challenges: Italian Contributions to Global Security” che si terra’ presso l’Atlantic Council. Mercoledi’ sara’ al dipartimento di Stato per la riunione ministeriale della Global Coalition, impegnata nella lotta all’Isis, presieduta dal segretario di Stato, Rex Tillerson. (AGI)

Ue: Alfano, “uscire dall’euro sarebbe un pessimo affare”
New York, 20 mar. – Il governo italiano vuole restare nell’Ue e nell’euro. “La fuga dall’Europa ci renderebbe piu’ poveri e meno sicuri. Io sono convinto che se noi mettessimo le frontiere nazionali, non potremmo piu’ scambiarci le informazioni sull’antiterrorismo e uscire dall’euro sarebbe un pessimo affare. Pensiamo agli stipendi dei nostri concittadini e alle casa: lo stipendio sarebbe dimezzato, cosi’ come il valore delle case degli italiani”, ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, durante un incontro con la stampa alla Rappresentanza Permanente d’Italia all’Onu. “La cosa peggiore – ha aggiunto – e’ uscire dall’euro: ci renderebbe piu’ soli, meno forti nelle esportazioni e piu’ poveri. Questa e’ la linea che daro’ al nuovo partito Alternativa Popolare”. Il ministro ha poi ribadito di essere “uno strenuo difensore dell’Europa, senza essere strenuo difensore della condizione attuale dell’Europa. Io credo che a casa nostra abbiamo tutti avuto dei problemi, ma questa non e’ una buona ragione per abbandonare la famiglia. Lo stesso approccio lo dobbiamo avere con l’Europa, un continente che e’ il piu’ grande miracolo politico e istituzionale di tutti i tempi. Ci sono problemi, ma dobbiamo lavorare per realizzare il disegno di un’Europa che elimini i punti di debolezza e rafforza i punti di forza. Quindi: Usciamo dall’Euro? No, diamo piu’ potere alla Banca centrale europea e a Mario Draghi. C’e’ la disoccupazione? Facciamo un grande piano delle infrastrutture per realizzare l’occupazione”. (AGI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress Lightbox